Visit Bardolino

Cerca
Close this search box.

Sport e percorsi

Tante attività da vivere all’aria aperta

Riproduci video

Il Lago di Garda, favorito dal clima e dal particolare ambiente naturale, attrae molti sportivi e solletica persino chi, solitamente, è orientato a una vacanza passiva; incoraggiando a sperimentare nuove attività outdoor.

Un luogo così stimolante, da accogliere anche gare e manifestazioni a carattere sportivo: maratone, gare di mountain bike e bici da corsa, trail, oppure regate come la famosa “Centomiglia”, una regata velica che si svolge ogni anno sul Lago di Garda.

Non mancano sfide automobilistiche come quella del “Benacus rally” il cui percorso, con partenza e arrivo a Bardolino, si snoda lungo le località dell’entroterra.

Appassionante anche la “Regata delle Bisse”, tradizionale gara remiera che vede protagoniste le bisse: imbarcazioni storiche risalenti all’epoca della Repubblica Veneta. Alla competizione partecipano quattordici località del Lago, tra cui Bardolino.

Bardolino è famoso inoltre per ospitare il “Triathlon Internazionale Città di Bardolino”, prima competizione di triathlon organizzata in Italia, che si svolge dal 1984.

La gara vede confrontarsi atleti provenienti da tutto il mondo, in una prova in cui si susseguono nuoto, ciclismo e corsa, all’interno di uno scenario naturale incantevole. Il Triathlon di Bardolino è così avvincente e scenografico da richiamare anche l’interesse di molti spettatori.

Oltre queste manifestazioni di natura competitiva, ma anche folkloristica, Bardolino con la sua posizione strategica tra lago, colline e montagna, offre la possibilità di praticare sport alla portata di tutti, sia quelli acquatici sia quelli di terra; da quelli meno impegnativi a quelli più avventurosi.

A Bardolino troverai certamente la proposta più adatta a te per trascorrere dei momenti divertenti e, al tempo stesso, salutari.

Traguardo al Triathlon

Sport acquatici

Se siete amanti di sport dinamici a contatto con l’acqua, non potete lasciarvi scappare l’occasione di sperimentare le tante opportunità che il Lago offre: da semplici attività ricreative come parasailing, sci nautico, sup, pesca sportiva a veri e propri sport quali: nuoto, canoa e canottaggio.

È possibile anche praticare vela, kitesurf e windsurf, ma sarà necessario spostarsi verso l’alto Garda per sfruttare i venti favorevoli.

Chi vuole conoscere il lago più in profondità, ed è esperto in diving, può immergersi alla scoperta dei suoi fondali tra pareti a strapiombo, rocce, grotte e relitti.

Windsurf sul Garda

Si tratta anche di un viaggio alla scoperta della fauna lacustre, con la possibilità di incontrare alcune delle tantissime specie di pesci come il luccio, l’anguilla, il carpione o il lavarello, solo per citarne alcuni.

E’ fondamentale conoscere esattamente il punto dove ci si vuole immergere e, se non si conosce, appoggiarsi ad un centro sub della zona, senza dimenticare inoltre di portare sempre con sé la boa di segnalazione.

Esistono scuole di sub certificate che offrono immersioni guidate, adatte a tutti i livelli.

Sport di terra

Bardolino può vantare una grande varietà di paesaggi: oltre l’area della costa, infatti, ci sono zone più interne, collinari, che non sono da meno in quanto a fascino e bellezze naturali.

Qui, è possibile fare semplici e rilassanti passeggiate tra uliveti e vigneti, praticare yoga all’aperto; mentre chi è più energico può fare jogging o dedicarsi al trekking avventurandosi per sentieri meno agevoli.

Molti sono i percorsi tra boschi e colline, da scoprire in tutte le stagioni.

L’entroterra, inoltre, invita a lunghe escursioni in mountain bike o con la bici da strada, oppure si possono percorrere meravigliosi itinerari a cavallo.

Se praticate sport di squadra, a Bardolino vi sono un campo da basket e un campo da calcetto cui potete accedere liberamente.

Sono presenti anche campi da tennis e, a pochi chilometri di distanza, campi da golf; il più vicino a Bardolino è il “Golf Club Ca’ degli Ulivi”, a Costermano sul Garda.

Per chi ha sete di emozioni ed è attratto dalla natura selvaggia, può spingersi alla scoperta del Monte Baldo.

Qui lo scenario cambia, offrendo nuove attività: gli amanti delle lunghe passeggiate nella natura possono cimentarsi con nordick walking, trail o si possono fare, per chi è già esperto, arrampicate, ferrate ma anche volo libero con parapendio o deltaplano.

Parapendio che sorvola il Baldo

Percorsi a Bardolino

A seguire, vi presentiamo alcuni dei possibili itinerari da percorrere a piedi o in bicicletta, alla scoperta del Lago e delle sue colline.
Si parte da percorsi semplici e adatti a tutti, fino a quelli dedicati a persone più allenate.

Ricordiamo che a Bardolino si possono noleggiare biciclette di ogni tipo, per adulti e bambini.

I primi due itinerari proposti, si svolgono percorrendo le panoramiche piste ciclo-pedonali che costeggiando il lago; se si desidera una sosta, lungo il tragitto non mancano bar e chioschi forniti di tutti i servizi necessari.

Per aprire i file GPX, e poter così visualizzare gli itinerari, devi prima scaricare un’applicazione sul tuo smartphone o tablet.
A seconda del sistema operativo del tuo dispositivo, suggeriamo queste applicazioni:

  • Per Android: “GPX Viewer”, scaricabile da Google Play
  • Per iOS: “Open GPX Tracker”, scaricabile da App Store

Lungolago Nord

Bardolino > Spiaggia direzione Punta San Vigilio > Bardolino

Percorso completamente pianeggiante in direzione nord completamente in riva al lago con splendida vista panoramica sulle montagne che dominano il Garda. In alcune stagioni, quando le acque del lago sono più basse, è possibile proseguire fino a Punta San Vigilio e alla sua meravigliosa villa affacciata sul porticciolo. Lungo la facile e per nulla impegnativa passeggiata si potranno incontrare i tratti tipici della fauna e della flora mediterranea presente sul Lago di Garda.

La Rocca

Bardolino > la Rocca > Bardolino

Da Bardolino si sale verso la Rocca, la collina che racconta la storia e la tradizione del Lago di Garda. Lungo il percorso, attraverso sentieri ricchi di vegetazione tipica, si incontrano scorci naturalistici unici e numerosi punti panoramici. La passeggiata presenta un leggero dislivello e sono quindi consigliate scarpe adatte al trekking

L’ entroterra

Bardolino > Cavaion > Affi > Rivoli Veronese > Forte Wohlgemuth > Caprino Veronese > Pesina > Albarè > Bardolino

Tour per bici o e-bike alla scoperta delle colline moreniche e dell’entroterra gardesano, tra contrade storiche e vigneti. Lungo il percorso possibilità di visitare il forte austriaco Wohlgemuth (prenotazioni e informazioni: 3497800231). Il tragitto si snoda tra piste ciclabili e strade urbane secondarie.

Lungolago sud

Bardolino > Cisano > Lazise > Bardolino

Percorso totalmente pianeggiante in direzione sud completamente in riva al lago che attraversa le spiagge dei paesi di Bardolino, la sua romantica frazione Cisano e Lazise. La passeggiata si svolge per intero su percorso pedonale o ciclopedonale ed è particolarmente adatta a famiglie con bambini.

La Valsorda

Bardolino > Paerno > Val Sorda > Bardolino

La passeggiata vi porterà alla scoperta di un paesaggio unico nel suo genere, una vallata dal sapore alpino nel territorio di Bardolino, tra torrenti, cascate e vegetazione umida. Il percorso si snoda tra le colline che circondano Bardolino, attraversando Paerno e lambendo la caratteristica frazione di Incaffi. Data la conformazione del terreno e l’umidità che si può incontrare, sono indispensabili scarpe adatte al trekking, nonostante il percorso non presenti particolari difficoltà.

Tour dei musei

Bardolino > Cisano > Costabella > Molini > Bardolino

Percorso che si snoda tra il lungolago e il primo entroterra bardolinese, alla scoperta delle tradizioni e dei musei di Bardolino. Lungo la passeggiata circa a metà percorso, è possibile sostare per una visita al Museo Ornitologico di Cisano (www.sisan.it). Uscendo dall’itinerario e a circa 10 minuti a piedi proseguendo su Via Gardesana dell’Acqua, si incontra il Museo dell’Olio (www.museum.it). Riprendendo successivamente il percorso originale, sulla panoramica Via Costabella, si può visitare il Museo del Vino (www.museodelvino.it), prima di un facile ritorno in discesa verso il centro di Bardolino

Colline di Bardolino

Vallonga > San Vito > Feudo > Cà del Bosco > Albarè > Monte Rovertondo > Vallonga

Percorso che si sviluppa sulle colline più alte alle spalle del centro abitato, tra vigneti, contrade storiche e una vista mozzafiato sul golfo di Bardolino e tutto il Lago di Garda sud. Nel tragitto si incontrano due chiese di rilevanza storica e culturale: San Vito di Cortelline e Santi Fermo e Rustico. La passeggiata alterna salite e discese poco impegnative, che necessitano però di scarpe adatte al trekking.

Eremo dei Camaldolesi

Vallonga > Eremo dei Camaldolesi > la Rocca > Vallonga

Percorso alla scoperta dello storico Eremo dei Calmaldolesi e della Rocca, la terrazza sul Lago di Garda. Dopo una prima salita molto facile si incontra il monastero del 1600, struttura dal grande fascino artistico e culturale che vale la pena visitare (prenotazione obbligatoria al numero 0457211390). L’itinerario prosegue poi verso la sommità della Rocca da cui godere di un panorama mozzafiato e ritorna a Vallonga attraverso vigneti, oliveti e boschi di roverelle e cipressi.

Contrade di Bardolino

Bardolino > Modena > Valquarole > Bardolino

Passeggiata alla scoperta delle contrade storiche di Bardolino e del versante collinare affacciato sul Lago di Garda, particolarmente interessante e scenografica durante i mesi autunnali per i colori del foliage. Il percorso prevede dei tratti di leggera salita, ma ampiamente alla portata di tutti e permette di scoprire l’architettura storica di corti ed edifici in contrade che sono state tra i primi insediamenti produttivi legati all’agricoltura tipica de territorio.

Calmasino e vigneti

Calmasino > Carlotte > Palù > Calmasino

Lungo percorso alla scoperta dell’entroterra bardolinese e della produzione enologica tipica di queste zone. Lungo la passeggiata, dal dislivello assai contenuto, ma dal grande fascino, sarà possibile visitare la chiesa di San Francesco, detta anche chiesa di Palù, risalente al 1500 e che conserva le caratteristiche architettoniche e artistiche dell’epoca (prenotazione obbligatoria al numero 3396539477). Tutto il percorso è immerso nei vigneti e negli ulivi, con numerosi punti panoramici sul Lago di Garda.

Giro dei vigneti

Cisano > Vallesana > Carlotte > Colombara > Calmasino > Giare > S. Marina > Cisano

Tour per bici o e-bike nel classico ambiente che ha reso famoso questo territorio contraddistinto dagli oliveti e dai vigneti del vino Bardolino. Tante sono le cantine e gli oleifici che si incontrano lungo il percorso ai quali si può far visita per l’acquisto di qualche prodotto tipico. Il percorso non prevede particolari asperità, se non nel passaggio iniziale da Cisano a Calmasino. Il dislivello totale è di circa 150 metri, ma facilmente pedalabili.